Home » Arte e Cultura » Musei e Mostre » Museo Civico di Storia Naturale "G. Doria"

Museo Naturalistico


Museo Civico di Storia Naturale "G. Doria"



Il Museo di Storia Naturale di Genova prende vita il 24 aprile 1867, quando il Consiglio Comunale approva all'unanimità la proposta del marchese Giacomo Doria relativa alla sua istituzione.

Fondatore, e quindi direttore del Museo per oltre quarant'anni, Giacomo Doria (1840-1913) è iniziato alle Scienze Naturali da padre Armand David, futuro esploratore della Cina e del Tibet, e da Luigi De Negri, futuro preparatore del Museo; tra i molti meriti dell'illustre patrizio genovese si può ricordare la scoperta nel 1858 del primo coleottero cavernicolo italiano. Si tratta di un uomo di grande iniziativa, animato da sincera passione naturalistica, che dedica all'Istituzione la sua preziosa attività di studioso e organizzatore, sostenendola anche con gran parte del suo patrimonio.

La prima sede del Museo è nella villetta Di Negro, una palazzina appartenente al marchese Gian Carlo Di Negro, situata nel centro della città e già nota ai genovesi come luogo di incontri di letterati e poeti. Il Comune l'acquista e l'affida a Doria con il compito di trasformarla in una struttura in grado di collocare e presentare al pubblico le raccolte. Queste sono inizialmente rappresentate dalle preziose collezioni zoologiche donate dallo stesso Doria, comprendenti esemplari rinvenuti durante i suoi viaggi in Persia (1862) e all'isola di Borneo (1865, insieme al botanico Odoardo Beccari), e da due importanti collezioni ereditate dal Comune: la raccolta geologica e paleontologica del marchese Lorenzo Pareto e quella malacologica del principe Oddone di Savoia. La successiva crescita delle collezioni, soprattutto zoologiche, avviene grazie ai numerosi viaggi di esplorazione promossi da Doria, sotto gli auspici della Società Geografica Italiana (di cui egli è per molti anni presidente). Le mete di questi viaggi sono l'Arcipelago Indo Malese, varie regioni dell'Asia, dell'Africa e del Sud America, e vi partecipano una serie di illustri studiosi che spesso diventano anche autori della descrizione di specie nuove. Si possono citare, tra i tanti, Luigi Maria D'Albertis, Leonardo Fea, Arturo Issel, Orazio Antinori, Odoardo Beccari.

L'affluenza di esemplari diviene nel tempo tale da non poter più essere contenuta dagli angusti spazi di villetta Di Negro, così viene decisa la costruzione di una nuova sede, anche in considerazione della fama acquisita dal Museo. Il progetto è affidato all'architetto Cordoni, il quale, insieme a Raffaello Gestro, prima di iniziare i lavori, visita i maggiori musei d'Europa.

( Fonte www.museodoria.it)



Schede informative: ItaliaMappe.it

Contatti

Indirizzo: Via Brigata Liguria 9, GENOVA  16100  (GE)
Tel. 010-564567 010-582171
Fax. 010-566319
Email. museodoria@comune.genova.it

Link di approfondimento Sito Web


Percorsi Turistici Nei Dintorni...

- Viaggi senza Barriere

Città Rinascimentale

Riscoprire Genova nello splendore dell'epoca Rinascimentale..un percorso senza Barriere Architettoniche

Province: Genova

- Viaggi senza Barriere - A Piedi

Mare e Porto Antico

Il Percorso si snoda nel cuore del Porto Antico che all'epoca delle Repubbliche Marinare fu il più grande e importante porto mercantile del Mediterraneo.

Province: Genova

Cerca

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di Tesori D'Italia Magazine

Iscriviti

Mappe Interattive

Cerca Città:

Cerca Punti d'Interesse